CONSIGLIO REGIONALE DEL VENETO

 

decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33

 

Il principio della trasparenza, inteso come «accessibilità totale» alle informazioni che riguardano l'organizzazione e l'attività delle pubbliche amministrazioni, è stato affermato con d.lgs 33/2013. Obiettivo della norma è quello di favorire un controllo diffuso da parte del cittadino sull'operato delle istituzioni e sull'utilizzo delle risorse pubbliche.
In particolare, la pubblicazione dei dati in possesso delle pubbliche amministrazioni intende incentivare la partecipazione dei cittadini per i seguenti scopi:


 

  • assicurare la conoscenza dei servizi resi, le caratteristiche quantitative e qualitative, nonché le modalità di erogazione;
  • prevenire fenomeni corruttivi e promuovere l'integrità;
  • sottoporre al controllo diffuso ogni fase del ciclo di gestione della performance per consentirne il miglioramento.

Organigramma [art. 13, comma 1, lett. b) e c)]

Illustrazione in forma semplificata dell'organizzazione del Consiglio regionale del Veneto mediante l'organigramma delle strutture amministrative consiliari (a ciascuna struttura è associato un  link ad una pagina contenente tutte le informazioni previste dalla norma di riferimento).

Il nuovo disegno organizzativo dell’Assemblea legislativa regionale recato dalla lr 53/2012 prevede all’ articolo 15 che la Segreteria generale costituisce, ai sensi dell' articolo 58 dello Statuto del Veneto, la forma organizzativa della struttura amministrativa del Consiglio regionale.


La struttura amministrativa del Consiglio è dunque articolata in due livelli: i servizi consiliari (S) costituiscono il primo livello; gli uffici (U) e le posizioni dirigenziali individuali (PDI) il secondo.